Un altro nostro service in favore dei giovani: la borsa di studio "Gianni Tofani"


     Il nostro Club ha avuto tra le sue fila uno scenziato vero, importante, di fama internazionale; non l'avresti detto perché il suo modo di fare sereno, ironico, disponibile non lo lasciava intravedere.
Astronomo Ordinario al Dipartimento di Astronomia dell’Università di Firenze, ebbe un ruolo fondamentale per la nascita e la crescita della radioastronomia in Italia; con la sua formazione da ingegnere elettronico fu una delle persone che più contribuirono alla produzione e allo sviluppo dei pionieristici radiotelescopi per l’osservazione dell’attività solare, come il radiotelescopio di Arcetri. E, da allora, Gianni Tofani partecipò alla costruzione di tutti i più grandi telescopi italiani.
     Gianni fu anche un sincero, grande rotariano, indimenticabile Presidente e infaticabile collaboratore per qualsiasi attività del Club nella quale potesse rendersi utile.
     Vista l'attenzione che Gianni nutriva per i giovani, ci è sembrato che l'istituzione di un borsa di studio a sostegno del lavoro di giovani astronomi, a lui intitolata, fosse il modo migliore per ricordarne l'impegno sempre profuso sia per il nostro Club che per Arcetri.
     Il service avviato nella presidenza di Massimo Bonechi ha prodotto il suo primo frutto lo due anni fa quando Massimo Pezzano consegnò la borsa di studio, alla dott.a Matilde Mingozzi che ha potuto così approfondire la sua già avanzatissima ricerca sui corpi neri negli USA.
     Naturalmente anche il Presidente Mauro Ucci volle rinnovare quest'impegno consegnando la borsa di studio al dott. Sacha Barion operatore scientifico presso il Museo della Fondazione Scienza e Tecnica impegnato nella progettazione (sia autonoma che con altri operatori) e nello svolgimento di attività didattiche e divulgative. Dal 2017 è responsabile del Planetario di Firenze intitolato proprio a Gianni Tofani.
Anche il Presidente Gianfranco Michelini non ha voluto venir meno a quest'impegno assegnando la borsa di studio alla dott.a Silvia Giorni brillantissima ricercatrice su un tema affascinante, quello di quei pianeti extrasolari dove possono essere possibili forme di vita.